Spedizione gratuita in tutta Italia per ordini superiori a 65€ (Consegna in 48-72h)

Gli effetti della diffusione degli Uliveti Superintensivi

Molti produttori agricoli stanno cercando nella creazione di uliveti “super intensivi” il modo per industrializzare, anche nel settore ulivicolo, l’agricoltura. In una prima fase questa potrebbe sembrare una grande soluzione perché tutte le fasi della coltivazione verrebbero automatizzate quindi non ci sarebbero più tutte le difficoltà legate all’assunzione, alla gestione ed agli elevati costi del personale.

In un ettaro di terreno si potrebbero inserire ben 1600 piante contro le 250 /350 che si possono impiantare in un ettaro di uliveto tradizionale e contro le 100 piante di un uliveto secolare. Si potrebbe ottenere una produzione in olive che va dai 100q ai 180q ettaro, contro una produzione che va dai 30q ai 60 q negli uliveti tradizionali, inoltre il costo dell’olio per quintale sarebbe bassissimo tanto da poter consentire una vendita all’ingrosso inferiore ai 2,00 euro/litro, somma che non è sufficiente nemmeno per coprire i costi dell’abbacchiatura manuale negli uliveti tradizionali. Visti i dati non vedo come si possa continuare a coltivare “tradizionale”. A prima vista appare più una perdita di tempo che un lavoro ed è così!!! Ma se esaminiamo l’argomento con maggiore attenzione e prospettiva più ampia, le cose sembrano cambiare. Quali sono le controindicazioni nascenti dalla coltivazione super intensiva che dovrebbero portarci a riflettere?

A mio avviso sono di quattro tipi:

1. abbassamento drastico della media qualitativa della produzione dell’olio Evo Made in Italy.

2. Maggiore inquinamento ambientale dovuto al bisogno di maggiori trattamenti.

3. Spirale economica negativa che investirebbe l’olio Evo di qualità, Made in Italy appena i numeri del super intensivo saranno abbastanza alti da creare concorrenza interna.

4. forte crisi del mercato dell’olio nel momento in cui in Italia sarà morta la nicchia dell’olio Evo di qualità e si dovrà intraprendere la guerra dei prezzi con il super intensivo contro nazioni che sono avvantaggiate rispetto a noi su tutti i fronti: geografico, paesaggistico,estensivo, fiscale ed anche sul fronte della polverizzazione dei terreni che in molte altre nazioni non è eccessiva come da noi oppure non c’è.

Condividi il post

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp